L’Ussi e la via del dialogo “per lo Sport”

“Nei giorni infuocati in cui la passione ha sancito la forza del sentimento sul potere dei soldi, con la cacciata dei mercanti del tifo dal tempio del cuore – chiaro il riferimento all’aborto non spontaneo della Super League di calcio in Europa – ci siamo ritrovati a parlare di sport e valori, gioia nell’esercizio fisico e cultura dell’attività ginnica e agonistica rendendo visita a chi ha il compito di salvaguardare la cura e la promozione dello sport.”

Gianfranco Coppola, neopresidente dell’Unione Stampa Sportiva Italiana, traccia un primo bilancio dell’attività dei primi 30 giorni. Un ritmo “forsennato”, un pressing a tutto campo per ribadire ai più alti livelli funzioni e valori dell’Ussi, gruppo di specializzazione della Federazione della Stampa e storica associazione benemerita del Coni e del Cip.

“Abbiamo sbandierato i nostri 75 anni e la voglia di essere al passo con i tempi e sempre più sinergici e radicati sul territorio in questa fase di ripartenza difficoltosa ma ormai necessaria”.

Prosegue Coppola. “E’ l’anno degli europei di calcio con formula itinerante e dell’olimpiade di Tokyo e di tanto e quanto cancellato nel 2020. Ma è il restante del 2021 in cui i ragazzi devono tornare in sicurezza a divertirsi più che sognare, stancarsi più che rattristarsi, che ci chiama in campo”.

Al seguente link il report completo di questo primo importante percorso disegnato da Gianfranco Coppola, con gli incontri ai massimi livelli con Valentina Vezzali, Giovanni Malagò e Vito Cozzoli.